È stata assegnata giovedì scorso la Start Cup Sardegna, il premio per le migliori idee innovative per la creazione di imprese, manifestazione annuale organizzata dalle Università di Sassari e Cagliari.

La Start Cup 2016 è stata vinta da Yenetics, gruppo di aspiranti imprenditori, rappresentati da Chiara Saba e Amit Kumar che ha sviluppato un test non invasivo per le donne in gravidanza, che rileva sul feto le 100 malattie genetiche più diffuse al mondo, mentre con i test esistenti è possibile testarne solo 15. Yenetics si è aggiudicata il premio di 8 mila euro.

Secondo posto, e assegno da 4mila euro, per la bicicletta smart di Bxtar: grazie a un sistema integrato di luce posteriore, luci laterali e applicazione dedicata, rende il ciclista più visibile soprattutto in particolari situazioni di criticità. Terzo posto e un premio da 2mila euro per lo zafferano biologico e liofilizzato di Nurkara. “Special prize Sardegna Ricerche” per “Code Name: Spime”, “Moovet” e “Nurkara”.

La Start Cup Sardegna ha dimostrato ancora una volta il ruolo dell’Università e del suo incubatore d’impresa nel collegare la ricerca e l’idea imprenditoriale alle possibilità concrete di realizzo, mettendo di fronte ai concorrenti i possibili investitori. L’Università di Sassari ha svolto per questa edizione della Start Cup attivitàdi formazione e orientamento con 19 seminari gratuiti e aperti a tutti organizzati da marzo a giugno 2016. A partecipare alla selezione sono state 27 idee, 20 presentate da Sassari e 7 dall’ateneo cagliaritano

, , ,
Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from