La campagna abbonamenti per la Stagione 2017-18 de La Grande Prosa e Danza del CeDAC al Teatro Comunale di Sassari prenderà il via mercoledì 20 novembre

Orario Botteghino: tutti i giorni dalle ore 16.30 alle 20.30
informazioni e prenotazioni: circuitoteatralesardo@gmail.com  – 339/1560328

Sul palco del Teatro Comunale di Sassari spazio alla Danza con quattro spettacoli in cartellone – tra un classico sulle punte e intriganti coreografie contemporanee: si parte venerdì 19 gennaio alle 21 con “Mediterranea” di Mauro Bigonzetti, un ideale viaggio lungo le sponde del “mare nostrum” alla scoperta di musiche e danze in un incontro tra popoli e culture. I due protagonisti, – l’Uomo di Terra e l’Uomo di Mare, rappresentano l’uno l’alter ego dell’altro, a simboleggiare attraverso le geometrie dei corpi l’intrecciarsi di storie in un dialogo ininterrotto che trasforma il mare – non più confine o barriera – in preziosa via d’acqua. Creato per il Balletto di Toscana, poi ripensato per la compagnia del Teatro alla Scala, rivive sulla scena, sulle note di Wolfgang Amadeus Mozart, György Ligeti e Giovanni Pierluigi da Palestrina nell’interpretazione dei solisti della Compagnia di Daniele Cipriani.

S’intitola “Il mantello di pelle di drago” lo spettacolo del Jas Art Ballet in programma venerdì 16 febbraio alle 21 con le étoiles Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta e i primi ballerini Maurizio Licitra e Antonella Albano: una moderna fiaba sulle punte, con le coreografie di Massimiliano Volpini e le musiche di Aram Kachaturian, Georges Bizet, Ludwig Minkus e Franz Liszt che disegnano la colonna sonora di un racconto fantastico. Una misteriosa regina delle fate, circondata da magiche creature intente a fabbricare per lei una mano davvero speciale, intraprende poi un percorso «alla ricerca delle anime pure, le uniche in grado di indossarlo senza esserne sopraffatte».

Uno dei capolavori della storia del balletto, il “Don Chisciotte” ispirato al celeberrimo romanzo di Miguel de Cervantes, messo in musica da Ludwig Minkus, in scena venerdì 9 marzo alle 21, nella versione del Balletto Nazionale di Sofia con le coreografie di Vakhtang Chabukiani da Marius Petipa e Alexander Gorsky ripropone tutta la magia della danza classica, in una storia d’amore piena di giovanile allegria e poesia. In scena i solisti dell’Opera di Sofia, Marta Petkova, Nikola Hadjitanev, Katerina Petrova e Tsetso Ivanov e i danzatori della compagnia, per un delizioso affresco di vita paesana, tra feste campestri e l’inatteso arrivo dell’hidalgo e del fido scudiero, che favoriscono le nozze dei due giovani tra un duello e l’epica battaglia con i mulini a vento, prima di ripartire per nuove avventure.

Per chiudere in bellezza la Stagione di Danza del CeDAC a Sassari – giovedì 5 aprile alle 21 – il suggestivo racconto per quadri di “Rossini Ouvertures”, con le coreografie create da Mauro Astolfi per lo Spellbound Contemporary Ballet e ispirate alla vita e alle opere del grande compositore. Sulle note di Gioachino Rossini – i danzatori Alice Colombo, Caterina Politi, Fabio Cavallo, Giacomo Todeschi, Giovanni La Rocca, Giuliana Mele, Maria Cossu, Mario Laterza e Serena Zaccagnini ricreeranno il mondo interiore del geniale e tormentato artista, creatore di musiche immortali, e bellissime e amante dei piaceri, ma sfiorato fino troppo da vicino dal male di vivere.

La stagione de La Grande Prosa e Danza a Sassari è organizzata dal CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna con il patrocinio e il sostegno del MiBACT/ Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Sardegna, e del Comune di Sassari, con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna e il sostegno di un partner prezioso come l’ERSU di Sassari, e con l’importante supporto di Sardinia Ferries, che ospita sulle sue navi artisti e compagnie in viaggio da e per l’Isola.

, , , , , ,
Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from