Lunedì 25 Giugno l’attesa inaugurazione: una nuova installazione completamente amovibile di 1200 metri quadrati; 1300 posti a sedere con vista mozzafiato e il progetto “Two Islands” che lega Sardegna e Sicilia, le due isole del Mar Mediterraneo, a due degli strumentisti più dinamici di oggi: il trombettista logudorese Paolo Fresu e il violoncellista palermitano Giovanni Sollima.

Ad accompagnarli la rinomata Orchestra da Camera di Perugia. Il programma, in fase di definizione fino all’ultimo, verrà scelto da pagine elaborate da entrambi singolarmente, che nel caso di Fresu trovano ispirazione nel libro «Passavamo sulla terra leggeri» dello scrittore e poeta cagliaritano Sergio Atzeni; Giovanni Sollima ci porta invece verso lidi più vicini nel tempo, isole-limbo ancora più cariche di travaglio: l’Ellis Island newyorkese, che accolse più di 12 milioni di emigrati europei tra il 1892 e il 1954; e la sua controparte dei nostri giorni, Lampedusa, nota con pena a tutti. Ascolteremo musiche – senza barriere – come poesie orali, improvvisazioni spontanee, inflessioni che sono diverse ogni volta, che non si ripetono mai. Una Sardegna rocciosa, una Sicilia vulcanica. Insieme.
Maggiori informazioni su

, , , ,
Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from