La Regione Sardegna è presente con uno stand di circa 500 metri quadri all’interno del quale fa da supporto alla attività dei 59 operatori sardi accreditati, protagonisti di promozione e commercializzazione delle proposte di vacanze nell’Isola. Si tratta sia di aziende del settore ricettivo – 29 tra hotel e catene alberghiere (a 3, 4, 5 stelle) e dieci strutture ricettive di altre tipologie (villaggi turistici, camping, albergo rurale, CAV e ostelli) – che operatori dei servizi turistici, tra cui tour e bus operator, agenzie di viaggio, società di servizi e di trasporto legato al turismo, consorzi, guide turistiche, operatori specializzati in wedding planner e turismo attivo (trekking e vela). All’interno dello spazio per gli operatori sardi è prevista una fitta agenda di incontri commerciali con buyer italiani e stranieri.

In programma ‘speedy meeting’, appuntamenti liberi di cinque minuti nei desk dei buyer all’interno della fiera, organizzati per zone geografiche e segmenti. Lo stand Sardegna diventerà un business center, dove la domanda nazionale e internazionale entrerà a contatto con l’offerta ricettiva e la proposta di prodotti tematici isolani, tramite appuntamenti ‘b2b’ prefissati. Nello stand spazio anche alla promozione di turismo slow, con Trenino Verde e Cammini, trekking e biking, nonché della mostra internazionale Le civiltà e il Mediterraneo che rientra nel piano di rafforzamento dell’ heritage tourism: sarà inaugurata il 14 febbraio prossimo e resterà visibile sino al 16 giugno al museo archeologico nazionale di Cagliari. Come già in occasione della Boot di Dusseldorf, a suscitare particolare curiosità nel pubblico ecco il modellino dell’AC 75 di Luna Rossa per pubblicizzare presenza a Cagliari della base del challenger ufficiale della Coppa America e la partenza dal capoluogo delle America’s Cup World Series.

,
Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from