Musica e intrattenimenti nei locali sassaresi fino a mezzanotte dal lunedì al venerdì e fino alle 2 il sabato notte e nei prefestivi. Il sindaco Nicola Sanna ha firmato stamattina la nuova ordinanza che disciplina gli orari di cessazione dei “piccoli trattenimenti musicali”. In attesa che il Consiglio comunale predisponga il regolamento apposito, il primo cittadino ha dato risposta alla richiesta della stessa Assemblea che con una mozione aveva chiesto che fosse emessa una nuova ordinanza, in via sperimentale, per consentire di ampliare l’orario dell’ascolto della musica in città.

Nell’atto sindacale si legge che per «tutto l’anno e su tutto il territorio comunale, a esclusione delle località turistiche» nei circoli privati e nei locali commerciali la musica debba cessare «entro le 24.00 (dal lunedì al venerdì) ed entro le 2 (nelle serate del sabato su domenica e prefestivi). L’emissione sonora prodotta all’esterno dei locali deve sempre cessare entro la 1 (della domenica e prefestivi); nelle località a vocazione  turistica di Platamona e Porto Ferro, ed esclusivamente nel periodo estivo che va dal 1° maggio al 30 settembre, entro le 2 (dal lunedì al venerdì) ed entro le 3 (nelle serate del sabato su domenica e prefestivi)».

L’ordinanza vieta inoltre «lo svolgimento di piccolo intrattenimento musicale in contemporanea tra esercizi commerciali adiacenti entro il raggio di 100 metri di distanza tra loro per ciascuna via o piazza. In tal caso varrà il principio dell’alternanza e/o della rotazione programmata tra le attività presenti. Qualora si verificasse il mancato rispetto di tale disposizione si provvederà a sanzionare tutti i trasgressori».

Nel documento si disciplina inoltre il consumo itinerante di bevande: «Dalle 21 del venerdì e del sabato e fino alle 6 del sabato e della domenica – si legge nell’ordinanza – è vietato il consumo itinerante di qualsiasi tipo di bevanda in contenitori di vetro e in lattine in tutto il territorio del Comune di Sassari; dalle 21 del venerdì e del sabato e fino alle 6 del sabato e della domenica la somministrazione e la vendita per asporto effettuata da pubblici esercizi, circoli privati autorizzati alla somministrazione, operatori su aree pubbliche nonché le attività artigianali  in tutto il territorio del Comune di Sassari, di qualunque bevanda, anche analcolica, in lattine e contenitori di vetro, consentendone la vendita e la somministrazione per asporto esclusivamente in bicchieri di plastica o di carta. Sono esclusi dal divieto la somministrazione e la conseguente consumazione all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio o nelle aree pubbliche esterne, di pertinenza dell’attività, legittimamente autorizzate con occupazione di suolo pubblico».

, , , , , ,
Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from