In seguito alle segnalazioni di casi di infezione da virus della Febbre del Nilo, il Comune di Sassari sta predisponendo un’ordinanza relativa alle misure di prevenzione e controllo degli insetti causa della trasmissione del virus. 

Il provvedimento, in linea con le misure di prevenzione suggerite dalle aziende sanitarie, fornisce una serie di prescrizioni e mira a ridurre il rischio di proliferazione delle zanzare. 

Tutti i cittadini dovranno evitare la raccolta d’acqua stagnante, trattare l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida. Sarà necessario tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere, e svuotare fontane e piscine. 

I proprietari di depositi e attività industriali, artigianali e commerciali e i responsabili di cantieri dovranno evitare il formarsi di raccolte d’acqua, e assicurare trattamenti di disinfestazione da praticare entro cinque giorni dalle precipitazioni. 

I proprietari di orti, vivai, serre e di aziende agricole vicine ai centri abitati dovranno eseguire l’annaffiatura evitando la formazione di raccolte d’acqua ed eseguire adeguate verifiche e eventuali trattamenti nei contenitori di piante e fiori destinati alla coltivazione e alla commercializzazione. 

Tutti i cittadini dovranno evitare l’abbandono negli spazi aperti pubblici e privati di contenitori nei quali possa raccogliersi acqua piovana ed evitare qualsiasi raccolta d’acqua stagnante anche temporanea. 

Tutti i soggetti autorizzati ad effettuare manifestazioni in aree verdi pubbliche e private dovranno effettuare trattamenti straordinari adulticidi mediante ditte specializzate. 

«Chiediamo la massima collaborazione a tutta la cittadinanza – commenta il sindaco Nicola Sanna -. Sarà necessario rispettare le prescrizioni riportare nell’ordinanza. Non vogliamo creare allarmismi ma l’attenzione deve essere alta». 

Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from