Lo sguardo ipnotico della Gioconda e la storia del famoso quadro di Leonardo raccontata da un grande divulgatore scientifico, Alberto Angela, hanno sedotto il pubblico straripante del Teatro Comunale di Sassari, che ha seguito incollato alle sedie la brillante presentazione di un nuovo libro, andato a ruba nella serata con tanto di processione infinita per una copia autografata. “Gli occhi della Gioconda” è il titolo che invita ad un viaggio nel Rinascimento italiano proprio seguendo gli indizi che ogni minimo particolare del dipinto può illuminare nella storia della Firenze cinquecentesca, mondo di ricchi mercanti e e di nobili mecenati dove nacquero le botteghe delle più grandi scuole artistiche moderne.
Le mode del tempo, i paesaggi, la riscoperta del corpo, l’innovazione di un soggetto pittorico che ti guarda negli occhi, i simboli che rimandano ai nomi delle casate aprono alle vicende dei personaggi dell’epoca, con Leonardo Da Vinci indiscusso protagonista per il suo “primeggiare in tutto” come ha ricordato Angela. Un personaggio affascinante e complesso, che dopo aver spalancato le porte all’età moderna è morto povero, mentre il suo ex compagno di vita si vendeva i suoi quadri a Parigi.

Ma la divulgazione scientifica è zoppa senza il gusto della scoperta, dell’ipotesi inedita. Così il misterioso sguardo della dama potrebbe non essere di quelle Monna Lisa del Giocondo alla quale fu attribuito il ritratto, ma una giovane donna di Urbino che ebbe come figlio illegittimo Giuliano de’ Medici. L’ipotesi, del collaboratore di Angela, Carlo Pedretti, sarebbe supportata fra l’altro dalle descrizioni del Vasari, il quale, illustrando la Gioconda, parlò di sopracciglia ben definite sulla figura dipinta, assenti nel celebrato quadro. L’avventura nella ricerca della “vera Gioconda” diventa allora l’intrigante percorso che attraversa i capitoli del libro, molto ben composto e riccamente illustrato, che anche Sassari, nell’incontro con l’autore organizzato da Liberos per il festival Entula, ha dimostrato il suo valore di best seller. Fra gli sponsor dell’iniziativa la Fondazione di Sardegna. L’organizzazione dell’evento è stata curata dalla libreria Koinè

Albero Angela introduce il suo libro al Teatro Comunale di Sassari
, , , ,
Potrebbero interessarti anche
Latest Posts from